Monthly Archives: Giugno 2016

//Giugno

Cinquantesimo giorno

Da Grafemi, il blog di Paolo Zardi, al mio sito, il brano tratto dal mio work in progress “Sessanta giorni” Mi svegliai al lunedì con la solita sensazione di nausea che mi aveva perseguitato per tutto il fine settimana. Mi sentivo incinto. Anche se nessuno mi ha mai descritto come sono le nausee in [...]

By | 23 Giugno, 2016|Racconti|0 Commenti

Mama Afrika

Non, Rien De Rien, Non, Je Ne Regrette Rien  «Mazi, che stai cucinando?», Zenzi mi si avvicina e mi mette la mano sulla spalla. È curiosa, la mia bambina, è bella, intelligente, ha piedi lunghi e snelli, buoni per affondare nella terra e mettere radici. E ha sempre fame: è una fortuna che rimanga [...]

By | 16 Giugno, 2016|Racconti|0 Commenti

Intervista a Leyla Khalil, autrice del romanzo Piani di Fuga

Piani di fuga, romanzo di Leyla Khalil, nasce dalla riflessione sulla libertà di scelta, declinandola in un contesto meta-letterario. Di fatti, la lettura è il punto di partenza per comprendere in quale misura le categorie letterarie alimentino, fino a stabilirlo, l’immaginario della comunità dei lettori. Il legame fra l’inconscio del lettore e la dimensione collettiva [...]

By | 15 Giugno, 2016|Ospiti|0 Commenti

Il professor Bianchi

Livorno, 23 agosto 1984. «Buongiorno professore», il portinaio lo saluta con la consueta cordialità. Bianchi ricambia a mezza bocca. Sempre lì, alle otto del mattino, ad ascoltare la radio a tutto volume in portineria. La trasmissione più inutile e chiassosa, L’eroina di Livorno, e il dj più rozzo e qualunquista, Volfango: lo sente berciare e [...]

By | 9 Giugno, 2016|Racconti|0 Commenti

Paolo Zardi – Le città divise

Il suo compagno di cella, un ucraino rasato a zero, faceva esercizi ogni mattina in vista della liberazione, anche se lui aveva sentito dire che gli mancava una decina d'anni: l'importante, in queste cose, era non perdere la speranza, tenere duro, darsi degli obiettivi. Una sera, quando le luci erano già state spente, e [...]

By | 6 Giugno, 2016|Ospiti|0 Commenti

Gilda

Livorno, estate del 1984 Gilda entra alla Baracchina Rossa col passo trascinato di chi non ce la fa più a camminare, a cercare e non trovare mai, a campare perfino. Ha appena dovuto fare una cosa a tre con un cinese dal nome impronunciabile, lei che è sempre stata diffidente con gli stranieri, e poi [...]

By | 2 Giugno, 2016|Racconti|0 Commenti